INFORMAZIONI DI MERCATO E BLOG

VOLKSWAGEN VEDE NELLA “NUVOLA INDUSTRIALE” COSTRUITA IN AMAZZONIA IL FUTURO MERCATO B2B

VOLKSWAGEN VEDE NELLA “NUVOLA INDUSTRIALE” COSTRUITA IN AMAZZONIA IL FUTURO MERCATO B2B

Detroit: Volkswagen AG, la più grande casa automobilistica d’Europa, sta espandendo il suo portale di software e dati basato su cloud, con l’obiettivo di svilupparlo in un mercato industriale dove i clienti commerciali possono acquistare e vendere applicazioni industriali, ha dichiarato giovedì.

La “nuvola industriale” di VW è stata progettata in collaborazione con Amazon Web Services e alla fine collegherà più di 120 fabbriche VW in tutto il mondo ai 1.500 fornitori della casa automobilistica e ai loro 30.000 stabilimenti.

Il portale è inteso come luogo di scambio di dati e software per contribuire ad accelerare la digitalizzazione dei processi di fabbrica, dalla timbratura alla verniciatura alla manutenzione dei macchinari, secondo Nihar Patel, vice presidente esecutivo di VW per i progetti strategici fondamentali.

VW ha aperto il portale al primo gruppo di partner fornitori, guidato da Siemens AG. Questi partner sono tenuti a contribuire con applicazioni software da condividere con VW e tra di loro, in quello che la casa automobilistica ha descritto come “un approccio da App Store”.

Tra la prima ondata di partner fornitori ci sono ABB, lo specialista svizzero dell’automazione industriale, e Durr, il fornitore tedesco di sistemi di verniciatura automatizzati e servizi di ingegneria impiantistica.

AWS aiuterà a gestire il portale e fornirà una serie di servizi di supporto basati sul cloud, tra cui l’analisi dei dati e il calcolo, secondo Dirk Didascalou, vice presidente dell’Internet of Things di AWS.

VW, terza casa automobilistica al mondo per capitalizzazione di mercato dopo Tesla Inc e Toyota Motor Corp, lavora da diversi anni sul cloud industriale con AWS, una delle aziende di Amazon in più rapida crescita e a più alto margine di profitto e che lavora principalmente con clienti aziendali, da BMW AG e Toyota ad Avis Budget Group e alla Formula Uno, per gestire, analizzare e in alcuni casi monetizzare i dati.

Patel ha dichiarato che gli sforzi di VW per accelerare la digitalizzazione in corso delle sue fabbriche hanno il supporto del potente consiglio di fabbrica dell’azienda e del suo consiglio di vigilanza.

Quando si è verificata la SARS, è stato un grande successo per l’azienda perché non sapevamo se il nostro business sarà effettivamente in circolazione domani. C’erano così tante incertezze, ha detto nel 2019 Annie Xu, che lavora in Alibaba dal 2000 ed è attualmente a capo delle risorse umane in Nord America.

L’epidemia della SARS ha colpito Alibaba nel momento peggiore possibile, minacciando di arrestare la crescita precoce della giovane azienda e di ritardare il lancio di Taobao.
Tuttavia, quello che sembrava essere lo scenario peggiore si è rivelato essere il lato positivo.

Una situazione terribile diventa un momento di svolta

In primo luogo, la decisione di Ma di mandare i suoi lavoratori a casa ha contribuito a prevenire la diffusione della malattia all’Alibaba, e il fondatore dell’azienda ha incoraggiato il suo personale a portare il lavoro con loro. I lavoratori si portarono a casa i loro computer desktop per garantire che la piattaforma di e-commerce business-to-business di Alibaba rimanesse operativa.

I dipendenti lavoravano 12 ore al giorno, con la linea diretta del servizio clienti dell’azienda che si recava a casa dei lavoratori durante la quarantena.

Condividi su facebook
Condividi su twitter

VOCI RELATIVI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER