INFORMAZIONI DI MERCATO E BLOG

I DATI GIUSTI: COME VIENE AUTORIZZATA LA PREVISIONE PER I VENDITORI DI AMAZON?

data personal digital fingerprint

Poiché COVID-19 porta più persone su Amazon, il giusto mix di dati e strumenti di IA a disposizione dei venditori terzi di Amazon può determinare quanto bene capiscono i loro clienti e commercializzare e vendere efficacemente a loro, scrive Rohan Thambrahalli di UpstartWorks.

L’analisi è la chiave per sbloccare nuove intuizioni sui clienti, eppure molte aziende non sfruttano i dati come potrebbero. Infatti, si stima che le aziende utilizzino solo il 45% circa dei dati raccolti. Il resto – un enorme 55% – viene definito “dati oscuri”, nascosti e lasciati inutilizzati nonostante il loro enorme potenziale.

Con il costo della memorizzazione dei dati che è calato drasticamente negli ultimi anni, non c’è motivo di ignorare ciò che i vostri clienti vi dicono. Ogni volta che qualcuno fa un acquisto o semplicemente interagisce con il vostro sito web o servizio, lascia una scia di prove che potrebbero condurvi alla vostra prossima grande campagna.

Rohan Thambrahalli
Rohan Thambrahalli

Per i venditori di Amazon, questi dati sono particolarmente redditizi. I sistemi e gli strumenti che Amazon mette in atto per visualizzare, analizzare e raccogliere dati hanno lo scopo di stimolare le vendite sulla piattaforma Amazon, dando ai venditori di Amazon un vantaggio rispetto ai loro concorrenti se applicati correttamente. Ecco alcuni dei principali sottotipi di dati da tenere d’occhio mentre ci avviciniamo al 2020.

Dove sono i vostri clienti?

Scegliete un codice di avviamento postale, e Amazon può dirvi praticamente cosa indossano, comprano e fanno le persone con quel codice di avviamento postale, ha osservato l’ex direttore generale di Amazon Neil Ackerman in una recente intervista. Il livello di conoscenza disponibile dei dati geografici ha enormi vantaggi per i fornitori, molti dei quali non sono consapevoli dei vantaggi derivanti dall’analisi di questi dati.

Condividi su facebook
Condividi su twitter

VOCI RELATIVI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER