INFORMAZIONI DI MERCATO E BLOG

DOMANDE E RISPOSTE: CHRIS CARUSO DI AMAZON BUSINESS SHARE CONSIGLI PER LA VENDITA

Amazon small seller

In questa intervista, il responsabile degli strumenti di pricing, selezione e fornitori di Amazon Business fornisce informazioni sulle migliori pratiche per la connessione con i clienti B2B.

Chris Caruso, responsabile degli strumenti di pricing, selezione e fornitori di Amazon Business, discute con Digital Commerce 360 B2B le migliori pratiche per coinvolgere i clienti e generare vendite su un mercato online B2B. Una versione più lunga di questo articolo apparirà in un prossimo rapporto DC360B2B sui mercati online B2B.

DC360B2B: In che modo la pandemia di COVID-19 sta influenzando le vendite e le operazioni del mercato e cosa devono fare i venditori per tenere il passo con i cambiamenti come l’interruzione della catena di fornitura e gli acquirenti commerciali che lavorano da casa?

Caruso: Industrie come il settore pubblico, l’istruzione e la sanità hanno dovuto affrontare interruzioni critiche degli approvvigionamenti a causa di COVID-19. Per stare al passo con queste interruzioni, che vanno dalla diminuzione delle entrate e dai vincoli di bilancio alla mancanza di forniture per i lavoratori essenziali, alle esigenze in rapida evoluzione del lavoro a distanza e dell’apprendimento, i venditori devono essere flessibili e lavorare rapidamente per rispondere alle esigenze dei clienti. Molti acquirenti sono alla ricerca di soluzioni d’acquisto a lungo termine, pur continuando a bilanciare le richieste a breve termine causate dalla pandemia.

ChrisCaruso
Chris Caruso, responsabile del settore prezzi, selezione e strumenti per i fornitori, Amazon Business

Il team a portata di mano2mind ha affrontato le incognite della carenza di DPI e ha adattato la sua catena di fornitura per aiutare i lavoratori in prima linea e gli ospedali.

Un passo importante che i venditori possono fare è garantire l’affidabilità della loro catena di fornitura. Durante tutta la pandemia, abbiamo assistito a carenze che vanno dai dispositivi di protezione individuale (DPI) ai dispositivi elettronici. Se i venditori stanno attualmente acquistando materiali o prodotti da stati o paesi che non operano a pieno regime, potrebbero dover considerare delle alternative.

Con l’avvicinarsi del nuovo anno scolastico, i distretti scolastici cercheranno forniture per i dipendenti e gli studenti. E quando molte aziende cominceranno a dare il bentornato ai dipendenti negli uffici aziendali, potrebbero scegliere di distribuire materiale per ufficio personale, come i pennarelli a secco, che in precedenza erano condivisi.

Inoltre, i venditori dovrebbero cercare di rimanere flessibili. La pandemia ha reso la pianificazione a medio e lungo termine incredibilmente impegnativa per molti, e i venditori sono stati all’altezza della situazione e sono stati tra le aziende più reattive. Per esempio, hand2mind, un partner di vendita di Amazon Business, è stato uno di questi venditori che si è rapidamente trasformato da fornitore di materiale didattico a fornitore di DPI durante il picco della pandemia. Il team di hand2mind ha affrontato le incognite della carenza di DPI e ha adattato la sua catena di fornitura per aiutare i lavoratori in prima linea e gli ospedali. Ora, hand2mind è in una posizione migliore per passare più rapidamente ai DPI in caso di necessità.

DC360B2B: Quali sono alcune delle migliori pratiche che vedete tra i nuovi venditori per quanto riguarda la gestione dei prodotti, i prezzi e l’adempimento?

Caruso: Per avere più successo su Amazon Business, ci sono diverse best practice che consigliamo ai nostri partner di vendita. Uno dei fattori più importanti è quello di fornire dati accurati sui prodotti con descrizioni dettagliate e note sulle condizioni che sono utili per gli acquirenti. I dati sui prodotti dovrebbero riflettere lo stato accurato delle scorte per evitare che i clienti presentino ordini di prodotti fuori stock. Questo assicura che i partner di vendita stabiliscano aspettative realistiche con i clienti e poi le soddisfino.

I partner venditori dovrebbero anche spedire gli articoli il più rapidamente possibile per mantenere gli acquirenti soddisfatti. Gli articoli che arrivano in ritardo o danneggiati possono portare a un feedback negativo o a una richiesta di rimborso. Raccomandiamo di controllare ogni giorno la presenza di nuovi ordini impostando delle notifiche, oltre a comunicare chiaramente nelle politiche di spedizione la frequenza di elaborazione degli ordini, la frequenza di spedizione degli articoli, i vettori utilizzati e chi contattare per le domande relative alla spedizione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter

VOCI RELATIVI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER