INFORMAZIONI DI MERCATO E BLOG

AMAZON RICHIEDERÀ A VENDITORI TERZI DI RIVELARE NOMI E INDIRIZZI

A St Lobby
Amazon ha annunciato una nuova politica mercoledì che richiede ai venditori di terze parti nel suo mercato di mostrare pubblicamente i loro nomi e indirizzi a partire dal 1 settembre. La divulgazione è già richiesta in Europa, Giappone e Messico. Amazon ha detto che sta aggiornando la sua politica per “garantire che ci sia una linea di base coerente di informazioni sui venditori per aiutare i clienti a prendere decisioni di acquisto informate” in una lettera ai venditori.. Amazon lavora da anni per reprimere le vendite contraffatte sul suo mercato, e più recentemente ha costituito una “Counterfeit Crimes Unit” (Unità Crimini Contraffatti) interna. Nonostante la spesa di oltre 500 milioni di dollari nel 2019 per combattere varie forme di frode, le contraffazioni e i prodotti difettosi o non sicuri continuano a rappresentare una sfida per l’azienda.

Lavoreremo di nuovo insieme

La copertura di GeekWire questa settimana è garantita dal BCRA

A St Lobby

Mentre pianificate il futuro, considerate quali spazi coltivare il coinvolgimento dei dipendenti, riflettere il vostro marchio e far progredire i vostri obiettivi. Il lavoro digitale continuerà, ma non può ricreare l’energia che la vicinanza fisica offre. Pensatela in questo modo, potete ascoltare un album o andare a un concerto. Si sente la stessa musica, ma ogni esperienza è unica. Lo stesso vale per un posto di lavoro, e noi possiamo aiutarvi a ricreare l’immagine del vostro ufficio per massimizzare il vostro investimento.

Per saperne di più su come ripensare il vostro futuro ambiente di lavoro, cliccate qui.

Condividi su facebook
Condividi su twitter

VOCI RELATIVI

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER